^^Accelerazione media del moto di un punto su una linea. FODESIUM.

esOf: Rapporto incrementale.

 

Accelerazione media del moto di un punto su una linea, nel SIUM (=def)

 

∆v v2-v1
am
 = 
∆t t2-t1
      ∆v   variazione di velocita' del moto
  ∆t variazione di tempo del moto
  v1 velocita'  iniziale, v2  finale
  t1 tempo-istante iniziale,   t2  finale

 

E' il rapporto incrementale della velocita' rispetto al tempo.

Velocita' di variazione seconda.

Se l'accelerazione non e' costante, come la posizione e la velocita', anch'essa varia con una sua velocita' di variazione, cui non e' dato un nome specifico, in nome generale e' "velocitÓ di variazione terza".

 

Una definizione di accelerazione media basata sulla definizione di moto accelerato medio.

Accelerazione media (d u moto)  (=def) L'accelerazione del MAK di ugual Dv e Dt.

dida:

a=Dv/Dt e' la formula da imparare a memoria, o meglio da dedurre dalla base intuitiva del concetto, che e' la vera cosa da imparare a memoria.
L'ulteriore dettaglio a=(v2-v1)/(t2-t1) ha lo scopo di precisare, in modo sintetico tramite una formula, invece che a parole.
Cio' che si precisa e':

Per una parte degli allievi e' scontato, per un'altra parte e' invece necessario.

>>> formule inverse

Bisogna considerare a= v/t o Dv/Dt ? ref: Velocita'.

1998: penso che per avere una impostazione uniforme, bisogna considerare:
- s= posizione;  Ds variazione di posizione
- v= velocita';  Dv
in modo che si ha un'impostazione uniforme rispetto alla Variazione segnata.

 

Guida ins

 dv/dt vs dv/ds

 

Versioni

Versione2

 Dv 
a = 
 Dt
   dove:    a    = accelerazione del moto
Dv = variazione di velocita' del moto
Dt = variazione di tempo del moto

 Dv   v2-v1 
a = 
 = 
 Dt  t2-t1
   dove:    v1 = velocita'  iniziale
v2 = velocita' finale
t1 = tempo-istante iniziale
t2 = tempo-istante finale

 

Versione iniziale

Dv
a=
Dt
   dove:    a    = accelerazione del moto
Dv = variazione di velocita' del moto
Dt = variazione di tempo del moto
Dv e Dt corrispondenti

Dv v2-v1
a=
=
Dt t2-t1
   dove:    pedice 1 e 2 = inizio e fine del moto
v1 e t1 = velocita' e tempo-istante corrispondenti, cioe'
v1 = velocita' al tempo-istante t1 
v2 e t2 idem

Meglio dire: pedice: 1=inizio, e 2= fine del moto

 

Domande

cc Moto ad accelerazione costante di Galileo Galilei; cambiamento e variazione.

cc MVK MAK

Originale

404
Dv v2-v1
a= 
 = 
Dt t2-t1
             

p4

- a = accelerazione del moto di un punto mobile 2 11
- Dv   variazione di velocita' del moto 1
- Dt   variazione di tempo del moto 1
- v1  velocita'  iniziale,  v2  finale 1
- t1  tempo-istante iniziale,  t2  finale 2

21ottobre2009

203  
∆v v2-v1
a= 
 = 
∆t t2-t1
             

p4

FoDeSIUM (Formula Def SIUM): acceleraz moto punto mobile   9
- ∆v   incremento di velocitÓ del moto 1  
- ∆t   incremento di tempo del moto 1  
- v1  velocitÓ  iniziale,  v2  finale 1  
- t1  tempo-istante iniziale,  t2  finale 2  

c: nella valutazione "del moto" non viene valutato.

Domande

 

Formula dell'accelerazione, con spiegazione dei suoi termini.
______________________________________________________________________
______________________________________________________________________

doc: 18/3/98 ref: c1cg973