^^Variazione-diversita' guardata per addizione-sottrazione o per moltiplicazione-divisione.

Versione quantitativa variazione differenziale, relativa, percentuale, rapporto, ...

Esempio canonico

Dati 2 valori ... Se ci distacchiamo da qualsiasi contesto, e presi 2 numeri, Es: 10 e 11, li confrontiamo, come fare?

Li posso pensare immersi in:

cui corrispondono 2 regolarita'-operazioni.

Variazione-diversitÓ aumento / diminuzione, confronto

guardato per SOMMA Es: Uno e' 2 unita' piu' dell'altro.
guardato per MOLTIPLICAZ Es: Uno e' 2 volte l'altro.

Es: la variabile e' aumentata di 2, di 2 volte, del 2%

Inverso additivo, inverso moltiplicativo, opposto, reciproco.

In molte espressioni spontanee non e' esplicitato quale sia l'operazione da usare: addiz, moltiplicaz o altro?

Grazioli tra 2 grandezze variabili, se una aumenta, anche l'altra in ugual misura.
Il problema di quest'affermazione, che a prima vista sembra dettagliata, e' la "misura": qual e' la misura dell'aumento? Non e' dichiarato l'operazione con cui misurare l'aumento.

Variazione-diversita'

Uso quest'unione di 2 parole poiche': Confronto sincronico, diacronico, atemporale. Variazione-diversita', permanenza-somiglianza.

 

Aumento VS variazione

Credo che spontaneamente il caso piu' percettivo-intuitivo e' quello associato all'aumentare di un qualcosa.

Funzione-grafico che differisce da y=x per una costante. >>>

Per completare il senso della pagina, e gli esempi: Confrontare 2 numeri. Ini.

Links

  1. Aumento ripetuto additivo o moltiplicativo.
  2. esOf: Esprimere la dipendenza con le 4 operazioni dell'aritmetica.
  3. Fattore di aggiustamento; addendo di aggiustamento.

 

Approfond

"somma-differenza" VS "addizione-sottrazione"

penso sia corretto "addizione-sottrazione", poiche' qui la mentalizzazione e' "operatore unario" che trasforma A in B: Fattore di aggiustamento; addendo di aggiustamento.

Guida ins

Titolo

  1. Variazione-diversita' guardata per somma-differenza o per moltiplicazione-divisione.
    c: originale.
  2. Variazione guardata per somma-differenza o per moltiplicazione-divisione.
    c: Questo titolo ha senso dando a "variazione" significato non specifico.
  3. Variazione-diversita' guardata per differenza e rapporto
  4. Variazione additiva e moltiplicativa.
  5. Aumento additivo o moltiplicativo.
  6. Variazione-diversita' guardata per addizione-sottrazione o per moltiplicazione-divisione.
    c: 7-8-2018 nuovo titolo, penso che sia una imperfezione aver usato "somma-differenza", poiche' qui la mentalizzazione e' "operatore unario" che trasforma A in B: Fattore di aggiustamento; addendo di aggiustamento.