^^Forza di attrito in funzione della forza premente. STATICO.

    A forza di attrito

P forza premente

F forza motrice

v velocita' = 0 (v minuscolo)

analogo a: attrito dinamico

E' opportuno aggiungere elementi simbolici ai disegni figurati, per chiarirne il significato.

Es: vettori colorati e denominati

 

 
Tutta la pagina qui deve essere letta, per poter capire con completezza.

.odg|pdf e' la relazione minima per semplicita'-comodita' dello studente, ma ripeto: leggere tutta la pagina qui, prima.

Per abbreviare la scrittura della relaz, omettere questa zona bordata: scopo, materiali, procedimento.

Scopo

  1. Misurare la forza di attrito statico max = forza di stacco (come intensita').
  2. Studiare come dipende dalla forza premente.
  3. Se c'e' tempo rifare cambiando superficie d'appoggio: un foglio di carta.

Materiali

  1. Dinamometri (Din). 1 per ogni portata: 1 5 10 N
  2. Blocchetti di acciaio (piedistalli); 4.
    Ognuno Massa = 415▒2g ↔ Peso = 4,07▒0,02N.

    Asta di raggruppamento Massa = 121g ↔ Peso = 1,19N.
    Ma ognuno pesera' col dinamometro, e usera' il valore misurato.

  3. Tavolo del lab, con superficie in f˛rmica.
  4. 1 foglio

Procedimento esp

  1. Pulire per bene banco e blocchetti, strofinando energicamente con lo scottex; se c'e' qualche grumo, grattarlo via senza rovinare la superfice.
  2. Sceglire il punto di partenza dove posizionare il blocco ad ogni ripetizione, per evitare che un posto diverso influenzi il risultato.
  3. Scegliere Din adeguato, come portata. Es: per 1 solo blocco e' sufficiente Din1N.
  4. Misurare la forza di attrito statico
  5. Ripetere 5 volte la stessa misura, cioe' nelle stesse condizioni, per valutare la variabilita'.
  6. Aggiungere un blocchetto alla pila, per aumentare la forza premente, per misurare la dipendenza da essa.
  7. Ripetere 4 5 6 fino ad esaurire i blocchetti da impilare.

Dopo il 1░ blocchetto, infilare l'asta per tenere la pila, e misurare la forza di attrito per il blocchetto singolo+asta.

 

Per misurare la forza di attrito statico max (= forza di stacco)

  1. Posizionare il corpo (o blocco, o pila), al POSTO DI PARTENZA, uguale ad ogni ripetizione, per evitare che un posto diverso influenzi il risultato.
  2. agganciare Din al filo di aggancio piu' in basso possibile.
  3. DIN PARALLELO al piano di contatto; aiutarsi tenendogli sotto una mano. Per assicurarsi:
  4. Il corpo deve essere messo in moto in TRASLAZIONE, non in rotazione.
    Per farlo: sperimentare prima, per capire come devono essere allineati: filo teso, asse del din, e corpo.
    Es: se il corpo ha simmetria cilindrica, allora l'allineamento "filo_teso+asse_din" passa per l'asse di simmetria del corpo.
    Se la messa in moto e' una rotazione, occorre rifare.
  5. Tirare gradatamente, leggendo a voce alta i valori di forza in aumento, fino a che il corpo si muove. Questo e' il valore della forza di attrito max, registrarla.

    Se la messa in moto e' una rotazione, occorre rifare.

 

Misure

Misura Peso 1 blocco

Ms Peso blocco+asta

 = 4,2N fatto con Din5N

 = 5,3N fatto con Din10N

Tb raccolta dati

N P A(ttrito)  5 ripetizioni Din
    r1 r2 r3 r4 r5  
1 4,2 0,40 0,43 0,42 0,40 0,42 D1N
1,5 5,3 0,50 0,56 0,53 0,55 0,5 D1N
2 9,5 0,9 0,9 0,9 1,0 0,9 D5N
3 13,7 1,3 1,3 1,3 1,4 1,4 D5N
4 17,9 1,7 1,7 1,7 1,8 1,8 D5N
  

  

Dati di Occa 9-2-2018

Legenda

UM: newton,

sia per la forza premente P,

che per la forza di attrito A.

Din: dinamometro usato per la misura.

La strana numerazione e' per dire che: 1 2 3 4 sono il nr di blocchetti, e ",5" e' l'asta.

 

Tb elaborazione

N N N
P Amin Amax
4,2 0,40 0,43
5,3 0,50 0,56
9,5 0,9 1,0
13,7 1,3 1,4
17,9 1,7 1,8
         

Approfond

  1. L'esp analogo nel caso dinamico.
  2. Comportamento reale/idealizzato
    es: Allungamento in funzione della forza.

Corrispondenza di 2 grandezze variabili: misurare, modellare, prevedere.

  1. misurare. Misurare coppie di valori corrispondenti.
  2. modellare. Comportamento reale, idealizzato, ideale.
  3. prevedere. Dato il valore di una variabile, prevedere il valore di quella corrispondente.

"Tirare corpi multipli impilati, con un dinamometro"

e' il titolo-realizzo pratico qui fatto tra i molti modi, del generale "Forza di attrito in funzione della forza premente. Statico."

Il titolo e' impreciso, poiche' i pesi non sono multipli, poiche' si e' inserita l'asta per evitare rovesciamenti, che e' di peso non trascurabile.

 

 

 

Guida ins

odg su esp 9-2-2018

Titolo

Forza di attrito in funzione della forza premente. Statico.
c: 9-2-2018. Originale.

E' un titolo generale, poiche' nella realizzo pratico si puo' fare in molti modi. In particolare in questo potrebbe essere "Tirando corpi multipli impilati, con un dinamometro"

 

Tabella raccolta dati

UPc N N N N N
P P Amin Amax Amed Aideale
1 4,2 0,40 0,43 0,415 0,4
  5,3 0,50 0,56 0,53 0,5
2 9,5 0,9 0,9 0,9 0,9
3 13,7 1,3 1,3 1,3 1,35
4 17,9 1,7 1,7 1,7 1,8
    
Dati di Occa 9-2-2018

 

 

cmt: 1a versione, riferite ai blocchetti, quella nuova vuole parlare di un corpo in generale.

Per misurare la forza di attrito statico max:

  1. Posizionare il blocco, o la pila, al POSTO DI PARTENZA, uguale ad ogni ripetizione, per evitare che un posto diverso influenzi il risultato.
  2. agganciare Din al filo, al blocco piu' basso.
  3. DIN PARALLELO al piano di contatto; aiutarsi tenendogli sotto una mano. Per assicurarsi:
    Ľ chi maneggia guarda da sopra,
    Ľ ed un osservatore guarda di lato.
  4. Il blocco deve essere messo in moto in TRASLAZIONE, non in rotazione.
    Per farlo: la forza fatta deve puntare al centro del blocco, altrimenti il primo movimento e' di rotazione del blocco, e non di traslazione.
    Per farlo: il filo teso allineato col Din, deve puntare al centro del blocco, Occorre spostare il Din fino ad ottenere questa configurazione.
  5. Tirare gradatamente, leggendo a voce alta i valori di forza in aumento, fino a che il blocco si muove. Questo e' il valore della forza di attrito max, registrarla.

 

Version

  1. Per farlo: sperimentare prima, per capire come devono essere allineati: filo teso, asse del din, e corpo.
  2. Per farlo, allineare: filo teso, asse del din, e corpo; sapendo come, sperimentando prima.